Home Calcio a 5 Tale andata, tale ritorno

Tale andata, tale ritorno

0
0

Altra sconfitta con la capolista Pinè.

Come accaduto nel girone di andata, Il Telve nel girone di ritorno compie lo stesso percorso e gli stessi errori. Dopo le due vittorie contro Oltrefersina e Cembra arriva la quinta sconfitta di fila contro le prime della classe (con in mezzo la partita inguardabile contro il Borgo). Indisponibili per il match Nicola, Ale Trentin e Debo.

Il Telve, come accaduto contro il CUS Trento se la gioca contro un Pinè che visti i valori in campo non merita sicuramente la posizione di classifica, ma tant’è. Gli ospiti passano alla metà del primo tempo dopo sostanziale equilibrio. Poco dopo è Manuel Micheletti a riportare il match in pareggio grazie a un bel gol sul secondo palo. Il Pinè però trova il gol del momentaneo 2 a 1 con un gol sul primo palo con Giacomo battuto troppo facilmente. Si va dunque negli spogliatoi per la fine del primo tempo.

Nella ripresa il Telve preme e riagguanta nuovamente il pareggio con il solito Micheletti. Il Pinè sembra in diffcioltà ma i soliti errori individuali dei gialloverdi aprono un’autostrada agli ospiti che vanno in pochi minuti sul 4 a 2. Il Telve non ci sta e nei dieci minuti finali compie un vero e proprio assedio verso la porta pinetana grazie anche al gol di Broli che porta i gialloverdi a una sola lungghezza di distanza il risultato tra le due squadre. I padroni di casa però si sbillanciano e su l’unico errore della retroguardia vengono puniti per il solito “piattone” del 5 a 3. A qeusto punto è un tiro a segno verso la porta ospite con la capolista costretta a ringraziare più volte l’estremo difensore che di fatto protegge il risultato, e l’arbitro che decide di espellere un giocatore nel momento di massimo sforzo telvato. Nel powerplay finale arriva il gol del 6 a 3.

Da segnalare l’ennesimo arbitraggio da censura (o mania di protagonismo) con addirittura due espulsioni (Micheletti Alvise per falli e somma di ammonizioni, e Ferrai Daniel per proteste dalla panchina, di fatto mai avvenute) nelle fila telvate in una partita che fino a 5 minuti dalla fine era stata combattuta in modo leale e senza “colpi di testa”. Dal nostro punto di vista non sembra il massimo “rovinare” una partita nel momento più bello in cui i gialloverdi avrebbero potuto forse rimontare. E’ la terza partita (tranne Valsugana) contro una delle capoliste in cui il Telve viene penalizzato e messo in cattiva luce (visti i cartellini numerosi): tre indizi fanno una prova.

(0)

ACCESSO VELOCE A CALENDARI E RISULTATI