Home Giovanili Giovanissimi B Giovanissimi B poco lucidi con il Calisio

Giovanissimi B poco lucidi con il Calisio

25
0

TELVE B – CALISIO B 1-4 (0-3)

TELVE

GIANMARCO TOMIO
DAVID PECORARO
MATTIA PECORARO
ANDREA PECORARO
MANUEL MOSER
FEDERICO SORDO
STEFANO CAPRARO
NICOLA PASTORE
THOMAS FEDELE
MICHELE STROPPA 44'
DAVIDE STROPPA
SIMONE FURLAN
ARTAN KRASNIQI
FABIO MURARO
ALBERTO BURLON
LEONARDO LOSS

Altra prestazione incolore per i ragazzi gialloverdi che, nell’incontro disputato tra le mura amiche, è stato sconfitto con un sonoro 4 a 1 dal team del Calisio; risultato che non lascia alcuna recriminazione alla compagine telvata che, eccezion fatta per la prima mezz’ora, è stata ridicolizzata e messa sotto da una formazione, quella della collina di Trento, che non è certo sembrata impeccabile, specialmente nella fase difensiva.
Cosa sia mancato e, soprattutto cosa non abbia funzionato nei meccanismi della compagine gialloverde, è molto semplice: i ragazzi telveti sono scesi in campo con poca lucidità e con poca rabbia agonistica e molli nelle gambe, facendosi anticipare in ogni zona del campo dagli ospiti che, con dei raddoppi di marcatura e con giocate a uno-due tocchi, hanno mandato lateralmente in tilt l’undici di casa; un film già visto nelle ultime due partite giocate con Pergine ed Arco.
E dire che i ragazzi di Paolo Cappello erano partiti bene: all’8’ era Alberto Burlon ad entrare in area dopo aver superato Bertoldi, ma la sua conclusione veniva respinta da Dorigatti. Al 14’ era ancora Alberto Burlon a superare con un sombrero Franchi, ma il suo tiro veniva respinto dall’estremo difensore ospite. Al 16’ scambio Mattia Pecoraro – Nicola Pastore sulla corsia di sinistra, il tiro al volo del sette gialloverde, veniva respinto da Desgasperi sulla linea di porta. Al 29’ altro scambio Mattia Pecoraro – Nicola Pastore, imbucata per Michele Stroppa la cui conclusione usciva di poco alla sinistra della porta difesa da Dorigatti. La partita della squadra di casa terminava qui; al 32’, infatti, su calcio piazzato dai 25 metri erano gli ospiti, alla prima conclusione a rete, a sbloccare il risultato con una punizione di Filippi che si infilava alle spalle di Gianmarco Tomio, punizione concessa per un fallo di Fabio Muraro su Piffer. Centoventi secondi dopo, gli ospiti raddoppiavano, con lo stesso Filippi che trasformava un penalty concesso per un fallo in area di Manuel Moser su Piffer. Ospiti che calavano il tris sessanta secondi dopo con un diagonale di Bertoldi, dopo un errore dei difensori centrali di casa.
Ad inizio ripresa è ancora Alberto Burlon, il più ispirato dei giocatori della formazione di casa, a venir anticipato da Degasperi, su servizio di Artan Krasniqi. Al 9’ i padroni di casa accorciavano le distanze con Michele Stroppa, abile a deviare in rete un calcio d’angolo di Alberto Burlon. All’11’ gli ospiti ristabilivano le distante con un tap-in di Negri, abile a riprendere una corta respinta di Gianmarco Tomio su un tiro Filippi. Gli ospiti continuavano a macinare gioco e occasioni da rete con Filippi, il migliore dei suoi, e con Negri, ma le loro conclusioni uscivano di poco dai pali della porta difesa da Gianmarco Tomio. L’estremo difensore di casa si superava a una manciata di minuti dalla fine della gara, quando deviava con la punta delle dita una conclusione dai venti metri di Palmisano.

(25)

ACCESSO VELOCE A CALENDARI E RISULTATI