Home Prima Squadra Al Borgo l’ultimo derby

Al Borgo l’ultimo derby

67
0

BORGO-TELVE 2-1 (2-0)

TELVE

DIEGO COLMANO
GIACOMO FEDELE
MICHELE STROPPA
GIANMARCO BOSO
SAMUELE COLME
BOJAN VINCIC
MARCO MENGUZZATO
DAVID DALSASO
NICOLA MOSER
DAVIDE DALSASSO
MARCO FERRAI
ALESSANDRO LORENZIN
MATHIAS TAVERNARO
VITTORIO SALVELLI 52'

La sconfitta di misura nell’ultimo derby della stagione sancisce la retrocessione matematica dei gialloverdi, che comunque anche in questa partita non hanno lasciato nulla di intentato.
Il primo tempo è tutto di marca giallorossa con il Telve che non è in grado di imbastire azioni degne di nota. Colmano si destreggia bene in un paio di occasioni ma al 14′ capitola su calcio di rigore, concesso dall’arbitro per un fallo di mano di Dalsaso, colpito da un tiro da distanza ravvicinata.
Sugli sviluppi di un calcio piazzato arriva anche il gol del 2-0 con Stefano Agostini che ribatte in rete una corta respinta di Colmano sulla punizione calciata da fuori area da Simone Agostini.
La ripresa vede un Telve sicuramente più pimpante che al 7′ riapre i giochi, ancora una volta su calcio di punizione: il cross dalla destra di Moser è incornato alla perfezione da Salvelli  che batte Mylonas.
L’incontro prosegue con il Telve che cerca il pari ma con i padroni di casa che a loro volta si rendono pericolosi con dei rapidi capovolgimenti di fronte.
Come detto la sconfitta condanna i ragazzi di mister Peruzzi alla retrocessione, accompagnando in I Categoria il Cavedine-Lasino, condannato da tempo e TNT Monte Peller e Pinzolo-Valrendena. Rimanere da stabilire la quinta squadra retrocessa che sarà probabilmente una fra Mezzocorona e Calceranica, anche se la matematica non ha ancora messo formalmente in salvo Nago Torbole e Fiemme.
Dopo tre stagioni in Promozione (due delle quali in realtà disputate parzialmente a causa del COVID) la società del presidente uscente Pevarello torna quindi in I Categoria, senza però grandi recriminazioni; alcune importanti e in parte incomprensibili defezioni nel corso della scorsa estate hanno sicuramente indebolito la squadra, come pure alcuni abbandoni nel corso della stagione, ma allo stesso tempo hanno dato la possibilità a mister Peruzzi di dare spazio a numerosi giovanissimi che hanno giocato con grande continuità: basti pensare alle 26 presenze fatte registrare fino ad oggi dal classe 2004 Gianmarco Boso, alle 22 del 2004 Michele Stroppa, alle 21 del 2003 Nicola Moser, alle 7 presenze del 2004 Matteo Paolo Furlan, alle 5 presenze nel difficile ruolo di portiere del 2004 Mattia Capra e alle 4 presenze del 2005 Manuel Moser.
Sicuramente sono state gettate le basi per la squadra del futuro!

il rigore del vantaggio giallorosso

il 2-0 borghigiano

il bel colpo di testa di Salvelli per il gol del 2-1

(67)

ACCESSO VELOCE A CALENDARI E RISULTATI