Home Società Il saluto a Paolo

Il saluto a Paolo

553
0

Sono state tante le persone che lunedì 31 maggio hanno voluto essere presenti a Borgo per dare l’ultimo saluto a Paolo Cappello.
Numerose le tute gialloverdi con i suoi ragazzi della squadra Juniores, accompagnati da Aldo Dalfollo, che hanno accompagnato il feretro all’uscita della Chiesa.
Prima della benedizione finale il presidente Giampiero Pevarello ha salutato Paolo con queste parole:
“Caro Paolo,
ne hai allenati tanti di calciatori in giro per la Valsugana; ragazzini, adolescenti e giovani adulti.
Sempre con lo stesso impegno, con un’ottima preparazione tecnica e con il tuo modo di fare pacato e mai sopra le righe, anche se esigente nei confronti dei tuoi calciatori, dando sempre maggiore importanza alla crescita caratteriale dei ragazzi piuttosto che al risultato.
A Telve poi eri ormai diventato “uno dei nostri”, pur essendo stato molto legato ai cugini giallorossi e nei cinque anni in gialloverde hai potuto unire al calcio l’altra tua passione, il giornalismo: ti sei così reso disponibile a fare da direttore responsabile di “Cuore gialloverde”, senza mai chiedere un centesimo.
Signora Agnese, Enrico, Meri, voi naturalmente lo sapete già, avendo trascorso una vita assieme a Paolo, anche se troppo breve: era una persona buona, disponibile, che non amava mettersi in mostra e che faceva le cose spesso “dietro le quinte”. Anche noi lo sappiamo che Paolo era così, ma possiamo dirvi che in questi giorni dai molti messaggi che abbiamo ricevuto abbiamo capito che sono in tanti a pensarla allo stesso modo e questo deve rendervi orgogliosi di aver avuto un figlio, un fratello che era benvoluto e apprezzato da tutti.
Per quanto ne sappiamo lo stesso discorso vale per le persone che ha incontrato nel suo percorso lavorativo; i “suoi” imprenditori agricoli in particolare gli volevano proprio bene.
Paolo naturalmente mancherà innanzitutto a voi famigliari, ma mancherà anche a noi, dentro e fuori dal campo da calcio, sia a Telve che negli altri paesi della valle.
Paolo era arrivato a Telve nel 2016, qualche mese dopo che un altro pezzo importante della nostra società era volato in cielo. Ci piace pensare che David e Paolo adesso siano insieme lassù e che da una posizione privilegiata ci daranno le dritte per continuare a far crescere al meglio i nostri ragazzi.
Ciao Paolo.”

(553)

ACCESSO VELOCE A CALENDARI E RISULTATI