Home Prima Squadra Niente da fare al “Quercia”

Niente da fare al “Quercia”

98
0

ROVERETO – TELVE 2-0 (0-0)

TELVE

GABRIELE MYLONAS
MICHAEL MEZZANOTTE
EFREM GIROTTO
PETER AGOSTINI 36'
LORENZO TERRAGNOLO
NICOLA BERTI
MARCO MENGUZZATO
STEFANO AGOSTINI
ALESSANDRO SBAFFO
DAVIDE DALSASSO
STEFANO MARCHI
SAMUELE COLME
SIMONE AGOSTINI
MATHIAS TAVERNARO
DAVIDE MARCHI

Due reti nel primo tempo messe a segno dall’esperto Tranquillini condannano il Telve alla terza sconfitta consecutiva e, complice la vittoria del Pinzolo Valrendena nel recupero con il Cavedine, al terzultimo posto solitario in classifica.
Al “Quercia” il Rovereto ha vinto meritatamente l’incontro, sfiorando la rete anche in altre occasioni; in particolare a inizio ripresa con due occasionissime sui piedi di Piccinini (palo) e Scremin.
Il Telve da parte sua si è visto poco, troppo poco, avvicinandosi dalle parti del portiere Rocca solo in maniera saltuaria, fondamentalmente con qualche tiro dalla lunga distanza di Tavernaro e Simone Agostini.
Il Rovereto parte bene fin dall’inizio con bel “giro palla” a partire dalla propria metà campo e al 4′ di gioco crea una pericolosa azione sulla fascia destra arrivando al tiro ravvicinato che rimpalla su un paio di giocatori prime di venire liberato dalla difesa.
Al 18′ arriva il vantaggio dei padroni di casa con Tranquillini che, piuttosto indisturbato, riceve palla poco dentro l’area di rigore, si gira e batte Mylonas sulla sua destra.
Dopo un bel intervento del numero 1 gialloverde su Calliari, il Telve prova a reagire e Stefano Marchi entra nell’area piccola delle zebrette, ma la posizione leggermente defilata lo convince a non provare il tiro, e così l’azione sfuma.
Al 36′ è Tavernaro a provare da fuori, ma Rocca para con sicurezza e sul capovolgimento di fronte arriva il raddoppio: Mezzanotte si fa superare sulla fascia sinistra della difesa telvata e ancora Tranquillini supera Mylonas, questa volta con la palla che si insacca toccando il palo alla sinistra del portiere.
Appena prima del fischio che manda tutti negli spogliatoi, Simone Agostini calcia molto bene una punizione dai venti metri, ma Rocca è bravo a respingere.
Nei primi dieci minuti della ripresa il Rovereto si fa molto pericoloso e, come detto, Piccinini e Scremin si mangiano due grandi occasioni.
Da questo momento e per una quindicina di minuti il Telve prova ad osare un po’ di più e imbastisce qualche discreta azione, con il maggior pericolo per Rocca su azione di calcio d’angolo incornato alto di pochissimo.
Si arriva così al triplice fischio con una sconfitta che complica la classifica della squadra di mister Peruzzi, anche in vista dell’ultima partita del girone di andata: un’altra trasferta terribile, ad Ala.

(98)

ACCESSO VELOCE A CALENDARI E RISULTATI