Home Prima Squadra Telve messo nel Sacco

Telve messo nel Sacco

141
0

SACCO SAN GIORGIO-TELVE 3-0 (2-0)

TELVE

MATTIA CAPRA
NICOLA MOSER
GIANMARCO BOSO
SAMUELE COLME
MOHAMMED MARZAK
MARCO MENGUZZATO
MICHAEL VICTOR DEMARZANI
MICHELE STROPPA
STEFANO LIPPI
DAVIDE DALSASSO
MARCO FERRAI
VITTORIO SALVELLI
BOJAN VINCIC
MATHIAS TAVERNARO

All’impianto “Fucine” di Rovereto, in un pomeriggio con temperatura invernale, il Telve si presenta con qualche novità, senza lo squalificato Sbaffo, il non disponibile Dalsaso e con Pecoraro e Tavernaro in panchina. Davanti a Capra quindi la difesa è composta dagli esterni Boso e Moser (52 anni in tre!) con De Marzani e Menguzzato centrali; in mezzo al campo Colme, Dalsasso, Salvelli con Stroppa dietro le punte Ferrai e Vincic.
Diciamo subito che c’è stata partita solo per il primo quarto d’ora, nel corso del quale i gialloverdi sembravano in grado di potersela giocare tranquillamente alla pari; anzi è proprio il Telve ad andare vicino al gol all’8′ quando Salvelli serve in profondità sulla sinistra Stroppa che entra in area e si vede deviare in angolo il tiro calciato da buona posizione.
Al primo affondo però i padroni di casa passano in vantaggio con Manfrini che anticipa Menguzzato sugli sviluppi di un fallo laterale e mette in rete alla sinistra di Capra.
Passano pochissimi giri di lancetta e l’attaccante del Sacco San Giorgo approfitta di un errore in alleggerimento della difesa telvata per involarsi in area e qui andare a terra in un contrasto con un Menguzzato in recupero. Per l’arbitro è calcio di rigore che Nicolodi trasforma spiazzando Capra.
Il Telve non riuscirà più a reagire, né nel corso del primo tempo, né durante la ripresa quando, pur facendosi vedere con un po’ più di concretezza dalle parti del portiere di casa, si fa trovare più volte scoperto e così Capra ha l’occasione per mettersi in mostra con qualche bella parata,.
I gialloverdi anzi capitolano per la terza volta sul preciso colpo di testa ancora di Manfrini.
L’incontro si chiude così con un netto 3-0 per i padroni di casa e con un Telve che nel corso della pausa invernale dovrà rimboccarsi le maniche, perlomeno per mettersi alla guida del quartetto delle ultime della classe, perché la quota salvezza sembra molto lontana, a 10 punti di distanza.
Ah, naturalmente prima c’è da concludere il girone di andata e l’ultima partita, domenica prossima, vede arrivare a Telve l’Aquila Trento, seconda forza del campionato.

(141)

ACCESSO VELOCE A CALENDARI E RISULTATI