Home Prima Squadra Un brutto Telve torna sconfitto da Ala

Un brutto Telve torna sconfitto da Ala

169
0

ALENSE – TELVE 1-0 (1-0)

TELVE

GABRIELE MYLONAS
MICHELE CO’
PETER AGOSTINI
LORENZO TERRAGNOLO
SAMUELE COLME
MARCO MENGUZZATO
SIMONE AGOSTINI
EFREM GIROTTO
STEFANO MARCHI
DAVIDE DALSASSO
DAVIDE MARCHI 44'
GIOVANNI ZANETTI
MATHIAS TAVERNARO 39'
ALESSANDRO SBAFFO
GIANLUCA SLOMPO

Il Telve al “Ger” gioca a calcio solo per pochi minuti, non riesce a sfruttare la superiorità numerica che è durata per un tempo e mezzo, nella ripresa non si rende mai pericoloso dalle parti del portiere avversario e così porta a casa una meritata sconfitta.
Gli ospiti in realtà iniziano bene l’incontro e nei quindici minuti iniziali del primo tempo sembrano dare l’impressione di potersela giocare tranquillamente alla pari; anzi, pur senza in verità creare grossi problemi alla difesa di casa sono sicuramente più intraprendenti dei ragazzi di mister Bertocini. Girotto e Tavernaro paiono piuttosto ispirati e con il buon supporto del centrocampo in un paio di occasioni provano a impensierire il portiere Carpi, senza però molta fortuna.
Il primo brivido lo fa correre Debais al 17′ con una velenosissima punizione di sinistro che va a incocciare la traversa alla destra di Mylonas, con il portiere battuto.
Al 22′ l’episodio che potrebbe far volgere l’incontro dalla parte del Telve: Davide Deimichei viene ammonito per un fallo da dietro su Marchi e dopo aver commesso il fallo fa volare qualche parola di troppo nei confronti di Dalsasso; per l’arbitro è cartellino rosso e così gli ospiti hanno la possibilità di giocare in superiorità numerica per 70 minuti.
I ragazzi in maglia però a questo punto smettono praticamente di giocare per 20 minuti, non approfittando delle praterie che si creano in particolare sulla fascia sinistra.
La partita è piuttosto nervosa con numerosi falli da entrambe le parti e intanto sono i padroni di casa a farsi più pericolosi con Massimo Deimichei che, dopo par altro aver controllato la palla con un braccio, impegna Mylonas. L’uomo in meno non sembra disturbare l’Alense e il Telve non riesce a sfruttare gli spazi; questo almeno fino al 39′, quando i ragazzi di mister Peruzzi riescono finalmente a premere sull’accelleratore per qualche minuto, sprecando in particolare due limpide occasioni arrivate sui piedi di Cò nell’arco di sessanta secondi.
Sembra il momento buono per la rete del Telve e invece allo scadere del tempo, approfittando di un tocco errato in attacco di Girotto, l’Alense parte in contropiede con Fiorini che lancia Massimo Deimichei il quale batte Mylonas in diagonale.
La partita del Telve termina praticamente qui perché nella ripresa la squadra, pur in superiorità numerica, non riesce a imbastire nemmeno un’azione degna di tal nome, lasciando le redini dell’incontro in mano ai padroni di casa e, cosa più grave, non mettendo in campo grinta, oltre a punteggiare i 45 minuti di una nutrita serie di errori.
Il portiere Carpi è rimasto praticamente inoperoso per tutta la ripresa, mentre qualche pericolo lo ha corso la retroguardia telvata.
In definitiva una sconfitta più che meritata che è un campanello d’allarme, perché si tratta ormai della terza partita consecutiva giocata male, dopo che in precedenza c’era stata una serie di buoni incontri.
La sosta capita ora a fagiolo per far ricaricare le batterie, ma intanto la classifica si è fatta piuttosto pesante, anche se nulla  è compromesso, perché la quota salvezza è ora tre punti più in alto.

 

 

(169)

ACCESSO VELOCE A CALENDARI E RISULTATI